Life Is Sweet – Il primo singolo dalla Superband Fabi Silvestri Gazzè

Da venerdì 25 aprile è in rotazione radio, su iTunes e store digitali Life is Sweet, il primo singolo dell’album di inediti in uscita a settembre che vede unita in un unico progetto discografico la superband formata da Niccolò Fabi, Daniele Silvestri e Max Gazzè.

Scritta, cantata e suonata interamente dal trio la canzone viene descritta come un sospiro di sollievo dopo un ostacolo superato, un semplice coro liberatorio che ripetono quelli che hanno oltrepassato un guado, e lo hanno fatto tutti insieme.

Partendo proprio da questa canzone i tre artisti hanno deciso di unire i propri percorsi individuali e metterli al servizio di un progetto comune. Un progetto artistico senza precedenti, originale e unico, un percorso di libertà e creatività che richiama quelli che hanno fatto grande la storia della musica!

youtube

Il testo di Life Is Sweet – link per scaricarla da iTunes

Disteso sul fianco passo il tempo, passo il tempo
fra intervalli di tempo e terra rossa
Cambiando cambiando prospettive
cerco di capire il verso giusto
il giusto slancio per ripartire

Questa partenza è la mia fortuna
Un orizzonte che si avvicina
Sotto il mio camion c’è la mia cucina
e intanto aspetto aspetto aspetto
che il fango liberi le mie ruote
che la pianura calmi la paura
che il giorno liberi la nostra notte
tutti insieme, tutti insieme

Ma tutti insieme siamo tanti, siamo distanti
siamo fragili macchine che non osano andare più avanti
siamo vicini ma completamente fermi
siamo famosi istanti divenuti eterni
E continuare per questi pochi kilometri sempre pieni di ostacoli
e baratri da oltrepassare sapendo già
che fra un attimo ci dovremo di nuovo fermare

Da qui passeranno tutti o non passerà nessuno
con le scarpe nelle mani, in fila ad uno ad uno
Da qui passeranno tutti fino a quando c’è qualcuno
perché l’ultimo che passa vale come il primo
Life is sweet!

Un ponte lascia passare le persone
un ponte collega i modi di pensare
un ponte chiedo solamente
un ponte per andare andare andare

E non bastava già questa miseria
Alzarsi e non avere prospettiva
E le punture quando viene sera
e la paura la paura

La paura che ci arresta che ci tempesta
non insetti che volano ma proiettili sopra la testa
È una puntura ma direi che è un po’ diversa
La cura c’è ma l’aria non è più la stessa

E continuare non è soltanto una scelta
ma è la sola rivolta possibile.
Senza dimenticare che dopo pochi kilometri
ci dovremo di nuovo fermare

Da qui passeranno tutti o non passerà nessuno
con le scarpe nelle mani, in fila ad uno ad uno
Da qui passeranno tutti fino a quando c’è qualcuno
perché l’ultimo che passa vale come il primo
Life is sweet!

A prescindere dal tempo che è un concetto qui inutilizzabile
mi basterebbe avere un posto da raggiungere

Da qui passeranno tutti o non passerà nessuno
con le scarpe nelle mani, in fila ad uno ad uno
Da qui passeranno tutti fino a quando c’è qualcuno
perché l’ultimo che passa vale come il primo
Life is sweet!

info su www.fabisilvestrigazze.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.