Grandi concerti estivi: il ritorno di Sean Paul in Italia

Sean Paul indiscusso re della dancehall contemporanea e rapper giamaicano torna in Italia per una nuova serie di grandissimi concerti destinati ad emozionare i moltissimi fans italiani.

Un tour che riconsegnerà al pubblico un’artista che ha di fatto generato un nuovo stile musicale fondendo la musica reggae giamaicana ai ritmi urbani del hip pop e alla popolarità di contenuti ‘rnb’, passando dalle sfumature animate di sonorità caraibiche.

E’ in questa fusione di stili e nella ricerca meticolosa di una caratterizzazione forte e orgogliosa di appartenenza ad una cultura, prima che ad uno stile, che va ricercata la continuità di un successo di critica e di pubblico, che ha saputo non solo resistere ma anche evolversi nel contesto del veloce consumismo musicale contemporaneo.

Sean Paul anima la scena musicale a partire dalla fine degli anni 90 firmando numerosi singoli, a partire da “Get Busy” che hanno scavalcato le vette delle classifiche piazzandosi nelle top ten di tutto il mondo anche grazie ad una voce dal timbro personale divenuto da subito unico e riconoscibile.

Una carriera che vanta collaborazioni di altissimo livello sia nella produzione che nella scelta di duetti e jam session come quella fortunatissima con Beyoncé del 2002.

I suoi concerti sono sempre gremiti di un pubblico appassionato invitato non solo a cantare ma anche a muoversi a colpi di fianchi, incitati anche da un lussureggiante corpo di ballo che si concede in movenze sensuali sprigionando l’energia fisica che solo la dance hall possiede.

Sean Paul nasce nel 1973 in Jamaica da padre portoghese e da mamma giamaicana appartenenti alla classe medio-alta e ha la pelle molto chiara rispetto ai canoni dell’isola. Per questo da subito viene considerato un outsider naturale sia per il mondo dell’hip-hop, che per quello del reggae-dancehal, ma è proprio sulla direzione della fusione di questi stili che ottiene i primi successi già dal 1996 con Baby Girl che diviene un vero e proprio cult in Jamaica. Nel 2000 grazie all’album Stage One, prodotto dall’etichetta discografica VP Records riesce a impossessarsi della vetta delle classifiche arrivando ad essere considerato come 4° miglior disco reggae dell’anno. Dopo un breve periodo di pausa Sean Paul torna alla ribalta nel 2003 con l’album Dutty Rock, che riscontrerà un successo planetario arrivando anche in Europa ed in Italia, con il singolo Get Busy, che arriva addirittura al primo posto come vendita per quanto riguarda i singoli. Fra le sue molte collaborazioni ricordiamo quelle con Beyoncè e la canzone di grandissimo successo Baby Boy e Rihanna con la canzone Break it off, Eve con la canzone Give It To You, Busta Rhymes con le celebri canzoni: Blaze It Up, Gimme Da Light e Make It Clap insieme alla partecipazione di Spliff Star, Blu Cantrell con il famoso singolo Breathe del 2003 e Bob Sinclar con il singolo Tik Tok. Nel 2014 collabora con Enrique Iglesias nel brano Bailando. Appena uscito nel febbraio 2016 il singolo in duetto con Sia “Cheap Thrills” già trasmesso dalle radio di tutto il mondo.

Info concerti:

Milano – Ore 21.00 Fabrique
Napoli Ore 21.00 – Teatro Palapartenope

Biglietti in vendita su Ticket One www.ticketone.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.