Il coraggio di ogni giorno, Enzo Avitabile e Beppe Servillo, Testo Canzone Sanremo 2018

Il coraggio di ogni giorno è il titolo della canzone che Enzo Avitabile ha portato in concorso al 68° Festival di Sanremo insieme a Beppe Servillo. Il testo è scritto a quattro mani dallo stesso Avitabile con Pacifico. Gli arrangiamenti sono di Celso Valli. La produzione artistica è di Andrea Aragosa. La produzione esecutiva è di Mario Aragosa per Black Tarantella.

Il brano viene descritto così: È un’alchimia di emozioni e di linguaggi in movimento, testimonianza di un modo di fare l’altra musica, quella che va oltre le facili etichette: il brano scivola con naturalezza dall’italiano al dialetto, supera il concetto di “duetto” e si trasforma in un intenso dialogo reso possibile grazie alla collaborazione, fortemente voluta da Avitabile, con Peppe Servillo (vincitore al Festival di Sanremo nel 2000 con gli Avion Travel).

È un omaggio a tutti i “nessuno”, alla straordinarietà e al valore dell’uomo comune impegnato nella lotta quotidiana di arrivare a fine mese, di portare i figli all’università. Il brano si presenta con una formula espressiva innovativa, che, secondo un orientamento coerente con gli ultimi lavori dell’artista, “Black Tarantella” e “Lotto Infinito”, unisce diversi registri linguistici per raccontare, attraverso l’incrocio di suoni e gesti, l’esistenza dei “fuori di vista” – cioè coloro che vivono ai margini.

Pur nascendo dal tessuto sociale proprio dell’artista, come si legge nel brano in riferimento a Scampia – il brano perde ben presto i propri confini, superando stereotipi e luoghi comuni, per attingere invece nuove ispirazioni da tutte le fonti possibili, diventando così “musica del mondo”, inno alla vita e all’accoglienza.

Il coraggio di ogni giorno è inserita in Pelle Differente, raccolta antologica disponibile dal 9 febbraio 2018. Due album, per un totale di 28 canzoni, con i successi del cantautore napoletano. Un excursus sugli incontri artistici, sulle collaborazioni, sugli assemblaggi musicali sperimentati in tanti anni di carriera. Tutto s’intreccia e si confonde: generi, strumenti, musicisti: un esempio concreto di musica che non ha radici, fino ad arrivare all’inedita esperienza che lo attende, calcare il palco del teatro Ariston in occasione della 68° edizione del Festival della musica italiana.

Il testo di Il coraggio di ogni giorno – link per il download su Amazon o iTunes appena disponibile.

Scrivo la mia vita
Tracce sulle pietre
Ed ho gli stessi occhi
di Scampia
Accetto il mio dolore

È il prezzo da pagare
Per stringerti le mani
Stringimi le mani
Io no
Io non mi sono mai
Sentito così vivo
Non domandarmi
Come mai
Così
Così lontano e
Vicino al mondo
Al suo coraggio
Il coraggio di ogni giorno
Questa è la mia storia
Anni come pietre
Che scorrono veloci
Nel mio sangue rapido
Terra scura e fertile
Stella mia stella sempre
Sposa e sorella coprimi
Di nuvole e trapunte di sogni
Io no
Io non mi sono mai
Sentito così vivo
Non domandarmi
Come mai
Così
Così lontano e
Vicino al mondo
Al suo coraggio
Il coraggio di ogni giorno
Lauda lu mare e tienete a terra
Luce fa juorno ‘e sera
Lauda lu mare e tienete a terra
Luce fa juorno ‘e sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.