1996 La stagione del rumore – Levante – Testo e Significato

In radio da venerdì 23 febbraio 2018, 1996 La stagione del rumore è il quarto singolo estratto da Nel caos di stanze stupefacenti, album di inediti di Levante pubblicato il 7 aprile 2017.

La canzone è scritta dalla stessa Levante ed è uptempo simil rap che evoca le sonorità della scena hip hop italiana anni ’90. La canzone racconta di una storia d’amore che si evolve nell’arco di un anno, stagione dopo stagione, per arrivare ineluttabilmente alla sua fine.

È un brano a cui tengo tantissimo. Forse se fossimo rimasti in silenzio… e se solo fossimo riusciti ad ascoltarlo un possibile silenzio. A comprenderlo. O forse no. Forse, nella stagione del rumore, se fossimo riusciti ad abbassare il volume… no, forse nemmeno. Certo è che se fossimo stati in due… ma c’ero solo io tra me e te“.

Il testo di 1996 La stagione del rumore – in download su Amazon o su iTunes

E passa il tempo a passo svelto
E noi senza risposte alle domande
Un sogno che era grande
E’ diventato grandine
Caduti al suolo come quella rondine
In questo cuore c’è disordine
Ed io credevo fossi a tanto da me
Invece c’era tanto spazio tra me e te
Ed io credevo fossi a tanto da me
Invece c’ero solo io tra me e te

Primavera e poi
Il caldo estivo fra noi
L’autunno ci porterà
Tra le promesse d’inverno
Stringiti a me se avrai freddo

E passo il tempo a fare ordine
Nella stagione del rumore
Evitare le parole sarebbe stato utile
Invece di scagliarci come un fulmine
Su di me, su di te
Sudo te da ogni centimetro di pelle
Ma sono lacrime malinconia di cose belle
Da che eravamo wow siamo diventati caos
Non è passato molto dal desiderare un ciao

Primavera e poi
Il caldo estivo fra noi
L’autunno ci porterà
Tra le promesse d’inverno
Stringiti a me se avrai freddo

Ed io credevo fossi a tanto da me
Invece c’era tanto spazio tra me e te
Ed io credevo fossi a tanto da me
Invece c’ero solo io tra me e te

Primavera e poi
Il caldo estivo fra noi
L’autunno ci porterà
Tra le promesse d’inverno
Stringiti a me se avrai freddo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.