Cerca in M&B Music
ADV
Categorie
Facebook

No non piangere salame dei capelli verde rame

In uno dei momenti più alti della musica italiana Lucio Battisti cantava “no non piangere salame dei capelli verde rame”.

I tipi di Topoi hanno eletto questa indimenticabile lirica a titolo del proprio anti-premio Mogol, destinato a eleggere il testo peggiore dell’anno e donare al suo interprete ciò che merita: un salume tricoticamente eccentrico.

Ormai siamo giunti alla finale e i testi giunti fin qui sono: “Non so più cosa fare” di Celentano, Jovanotti, Battiato, Sangiorgi; Non è l’inferno di Emma (scritta da Kekko dei Modà; Squalo dei Litfiba.

Andate su poptopoi.com e votate quello che secondo voi è il peggior testo dell’anno.

Lascia un Commento