21 grammi – Fedez – Con Testo e Spiegazione

Disponibile in radio e in digitale a partire da venerdì 2 ottobre 2015, 21 grammi è il singolo inedito, scritto e interpretato da Fedez, che anticipa l’album Pop-Hoolista CosoDipinto Edition, la nuova versione di Pop-Hoolista, pubblicato il 9 ottobre.

Così viene spiegata la canzone: Questa volta l’artista si mette a nudo e si racconta in una riflessione dolorosa e intima. “Il mio cuore e il mio fegato” – dice l’attuale giudice di X-Factor -. Un viaggio introspettivo, un viaggio dove il cantautore si interroga sul senso della vita. Un brano che “guarda dentro, scruta l’anima” (21 grammi è il peso che si perde dopo la morte, il peso dell’anima che rimane). Cosa si perde e cosa si guadagna? Quale peso deve sopportare l’animo umano?

fedez Pop-Hoolista CosoDipinto Edition album cover

Il testo di 21 grammi – link per scaricarla da iTunes

21 grammi
Di felicità
Per uso personale

Noi che non abbiamo dato il massimo
Noi che non abbiamo fatto il classico
Noi fotocopie tutte uguali illuse di essere speciali
E non ci sono le stelle
Ma comunque stiamo svegli
Con più inchiostro sottopelle
Che sul libretto degli assegni

Noi che in mezzo a queste vipere
Ormai ci si può convivere

Ho consumato 21 grammi di felicità
Per Uso personale
Per andare via di qua
Senza più limiti
Senza più lividi
Un po’ più liberi

Ho consumato 21 grammi di felicità
Per sognare a occhi aperti come anni fa
Quando anche se non c’era niente ne bastava la metà
21 grammi di felicità

Loro con i paraocchi
Lei con i paradenti
E le lezioni di vita
Segnateci assenti
Ci hanno sciolto le certezze dentro al bicchiere
ora ho più ghiaccio nel cuore che dentro al Jack Daniels
Cuori meccanici per noi sociopatici
Vite noiose, parchi monotematici
Amiamoci, perdiamoci, faranno delle indagini
Finché le nostre lacrime non romperanno gli argini
Teniamoci stretti, lacci emostatici
Siamo letargici, siamo crisalidi
Siamo romantici , siamo dei sadici
Se il mondo è malato aspettiamo le analisi
Più fradici, più fragili
Prima che il sole spunti, liberiamoci dal freddo
Copriamoci di insulti

Non ci sono le stelle
Ma comunque siamo svegli
Con più inchiostro sottopelle
Che sul libretto degli assegni

Noi che in mezzo a queste vipere
Ormai ci si può convivere

Ho consumato 21 grammi di felicità
Per Uso personale
Per andare via di qua
Senza più limiti
Senza più lividi
Un po’ più liberi

Ho consumato 21 grammi di felicità
Per sognare ad occhi aperti come anni fa
Quando anche se non c’era niente ne bastava la metà
21 grammi di felicità

Siamo l’effetto collaterale
Di una vita tagliata male
Guardo le ferite che ci hanno lasciato
per poi ricucirle
Con ago e filo spinato

Ho consumato 21 grammi di felicità
Per sognare ad occhi aperti come anni fa
Quando anche se non c’era niente ne bastava la metà
21 grammi di felicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.