Cascare nei tuoi occhi – Ultimo – Con Testo

In rotazione radio da venerdì 14 Settembre 2018, Cascare nei tuoi occhi è la terza canzone estratta come singolo da Peter Pan, album del romano Niccolò Moriconi, in arte Ultimo, classe 1996, vincitore nella sezione nuove proposte a Sanremo 2018 con Il ballo delle incertezze. sempre il 14 settembre è stato pubblicato anche il videoclip del brano, diretto da Emanuele Pisano

Dichiara Ultimo: Cascare nei tuoi occhi è un brano con un sound molto accattivante e, la tematica come sempre, è su quello che non ho.

Ultimo Peter Pan album cover

Il testo di Cascare nei tuoi occhi – in download su Amazon o su iTunes

Ehi, vorrei conoscerti quando al mattino
Dirti la sera “Ti prego spegni la luce”
Vorrei svegliare con te il mio vicino
Per il casino e non dargli mai pace

Ma non è facile, neanche difficile
Forse è impossibile, sicuro instabile
Vorrei lasciare sul tuo comodino
Un caffè caldo per ogni mattina
Vedere che ti svegli all’improvviso e poi
Chiudi gli occhi e fingi di dormire
E non è facile, neanche difficile
Forse è impossibile, sicuro instabile

Ma poi mi parli dei tuoi drammi, dei tuoi genitori
Che sono assenti e non li vedi, da anni migliori
E poi mi parli di tuo padre quanto è stronzo a cena
Che quando parli non ti guarda e non pone il problema
Ed io che invece vorrei solo averti più vicino
Cascare nei tuoi occhi e poi vedere se cammino
Che sono grandi come i dubbi che mi fanno male
Ma sono belli come il sole dopo un temporale
E poi ti penserò, e poi ti penserò
E poi ti perderò, e poi ti perderò

Vorrei spiegarti che fuggire non serve
Se nessun posto è abbastanza lontano
Se nessun posto è abbastanza lontano da te
Vorrei parlarti ma non riesco mai a farlo
E rovinare tutto quello che è stato
Che a volte le parole sono un inganno
Sono i rimorsi di chi se n’è andato
E non è facile, neanche difficile
Forse è impossibile, sicuro instabile

Ma poi mi parli dei tuoi drammi, dei tuoi genitori
Che sono assenti e non li vedi, da anni migliori
E poi mi parli di tuo padre quanto è stronzo a cena
Che quando parli non ti guarda e non pone il problema
Ed io che invece vorrei solo averti più vicino
Cascare nei tuoi occhi e poi vedere se cammino
Che sono grandi come i dubbi che mi fanno male
Ma sono belli come il sole dopo un temporale
E poi ti penserò, e poi ti penserò
E poi ti perderò, e poi ti perderò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.