1969 – Achille Lauro – Con Testo Canzone

In radio da venerdì 7 giugno 2019, 1969 è una canzone di Achille Lauro con la partecipazione di Boss Doms & Frenetik & Orang3. Il brano è estratto dall’album omonimo disponibile in fisico e download digitale su Amazon o solo in digitale su iTunes a partire dal 12 aprile.

1969 viene descritto come un brano dal sound rock scanzonato si apre con il ricordo del 20 luglio 1969, giorno in cui l’Apollo 11 fece il suo sbarco sulla Luna, metafora per descrivere l’incredibile momento che l’artista sta vivendo.

Nato a Roma nel 1990, Achille Lauro viene sin da subito elogiato dalla scena rap nazionale con il primo mixtape “Barabba” (2013). Affiancato dal suo team di Beatmaker tra cui Boss Doms, Banf, Frenetik & Orang3, 3D, Dogslife, con il management Roccia Music pubblica “Achille Idol – Immortale” (2014), l’ep “Young Crazy” (2015) e il suo primo album solista “Dio C’è” (2015). L’11 novembre 2016 pubblica “Ragazzi Madre”, presentato in tutta Italia con il Ragazzi Madre Tour. A ottobre 2017 partecipa al programma Pechino Express con il suo produttore Boss Doms.

A dicembre 2017 esce il primo singolo per Sony Music “Non sei come me” e il 22 giugno 2018 il disco “Pour l’amor” (prod. Boss Doms). A novembre nasce l’inedita collaborazione Anna Tatangelo ft Achille Lauro e Boss Doms, tramite il provocante riarrangiamento della hit “Ragazza di periferia”. A febbraio 2019 Achille Lauro è stato uno dei protagonisti del Festival di Sanremo 2019 con Rolls Royce e il suo libro “Sono io Amleto” (Rizzoli) registra in poco tempo dalla sua uscita ben 3 edizioni.

Achille Lauro 1969 album 2019 cover

Il testo di 1969 – Achille Lauro

A ma’, wow
È il 20 luglio del ’69
Sì, sono fuori, sì, sì, sto sulla Luna, yeah
Entro al negozio, camicia slacciata
Dicono: “Prego, si accomodi, per di qua”
Ho mille pezzi da cento stropicciati, ma’
Mi chiedono: “Che lavoro fa?”
Ricompro la casa che ci hanno tolto
Perché non avevi soldi (a ma’)

Entro a farti dei regali in quella boutique
Sto vivendo, a ma’, lo so, è identico a un film
Ah, ah, oh sì, yeah

[Ritornello]
Ah ma’, prendi ‘sta spesa, non fare l’offesa
Chi se ne frega, stasera sto qua
Rimango a cena, non fare ‘sta scena
Resto stasera, poi lasciami sta’
Resto stasera, stasera
Non fare l’offesa, l’offesa
Rimango a cena, non fare ’sta scena
Resto stasera, poi lasciami sta’
Sto sulla Luna, uh
Sto sulla Luna

Oh sì, wow
Sto sulla luna di Giove
Saturno, Urano, Nettuno, Plutone
Guarda ma’
In testa ho un casino
In piedi sul motorino, baby
Le voilà, wow
Rimprovera ’sto bambino
Torna col doppio di prima
Alé, Le Teknival
È il 20 luglio del ’69
Sì, sono fuori
Sì, sì, sto sulla Luna

Entro a farti dei regali in quella boutique
Sto vivendo, a ma’, lo so, è identico a un film
Yeah, ah, ah, oh sì, yeah

Ah ma’, prendi ’sta spesa, non fare l’offesa
Chi se ne frega, stasera sto qua
Rimango a cena, non fare ‘sta scena
Resto stasera, poi lasciami sta’
Resto stasera, stasera
Non fare l’offesa, l’offesa
Rimango a cena, non fare ‘sta scena
Resto stasera, poi lasciami sta’
Sto sulla Luna, uh
Sto sulla Luna, a ma’

Brava
Non chiedermi dove so’ stato, brava
A ma’, prepara
Hai visto? Anche stasera torno a casa
Oh sì, oh

Ah ma’, prendi ‘sta spesa, non fare l’offesa
Chi se ne frega, stasera sto qua
Rimango a cena, non fare ‘sta scena
Resto stasera, poi lasciami sta’
Resto stasera, stasera
Non fare l’offesa, l’offesa
Chi se ne frega, esco dopo cena
Stasera non fare ‘sta scena, a ma’
Sto sulla Luna, uh
Sto sulla Luna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.