200 note – Laura Pausini – Con Testo e Significato

In radio dal 20 gennaio 2017, 200 note è il singolo scelto per celebrare il successo dell’album Simili culminato con la nomination dell’album ai Grammy Awards come Best Latin Pop Album.

I Grammy Awards sono i premi più prestigiosi che ogni anno vengono assegnati nel mondo della musica; non si tratta della prima volta di Laura Pausini ai Grammy, unica artista italiana ad essersi aggiudicata la statuetta per la versione spagnola dell’album “Resta in ascolto, sempre nella categoria “Miglior album pop latino” nel 2006. In carriera Laura si è aggiudicata anche 3 Latin Grammy e oltre 40 tra i premi musicali più ambiti a livello italiano e mondiale.

200 note viene descritta come una ballad profonda – la canzone è scritta da Tony Maiello, che firma anche la musica insieme a L. Vizzini Bisaccia – in grado di esaltare l’essenza della voce di Laura e la sua capacità interpretativa. Il significato: La sua intensità è rivolta al ricordo di un amore passato e alla volontà di non lasciarselo sfuggire, per apprezzare e trattenere ogni minima sensazione e sconfiggere così il tempo che passa troppo in fretta.

Il video, che accompagna il brano, è girato da Leandro Manuel Emede e Nicolò Cerioni per SugarKane e vede Laura cantare avvolta da una atmosfera come sospesa e magica, una sorta di limbo che accompagna e sugella la poesia di questa ballad.

Il testo di 200 note – in download su iTunes

Una stanza una finestra un letto in ordine uno specchio
dove ancora trova spazio un tuo riflesso
Il ricordo adesso è come un pianoforte senza voce
che più suona e più non sento le sue note
E ad un tratto nel silenzio il mio pensiero vola verso quell’immagine

Le mie mani fredde e i miei capelli neri lunghi sulle spalle
le labbra un po’ impacciate sussurravano
“non mi guardare non ti fermare”
Pelle contro pelle il tuo sorriso
non servivano parole
ricordo ancora l’emozione
mentre se ne andava il sole
e nella camera 200 note

Ogni vita ha puntualmente il suo destino da incrociare
da sfiorare anche un attimo soltanto
E forse è vero quello che ti porti dentro
è sempre tutto ciò che non hai mai potuto avere accanto
E quindi cerco di respingere le tracce di un ricordo lontanissimo

Le mie mani fredde e i miei capelli neri lunghi sulle spalle
le labbra un po’ impacciate sussurravano
“mi puoi guardare non ti fermare”
Pelle contro pelle il tuo sorriso
non servivano parole
ricordo ancora l’emozione
mentre se ne andava il sole
e nella camera 200 note, 200 note

Le mie mani fredde e i miei capelli neri lunghi sulle spalle
le labbra un po’ impacciate sussurravano
“mi puoi toccare non ti fermare”
Pelle contro pelle il tuo sorriso
non servivano parole
ricordo ancora l’emozione
mentre se ne andava il sole
e nella camera 200 note

Ed è così che va la vita e il suo percorso
in equilibrio tra il rimpianto ed il rimorso
e restiamo a curare i nostri pezzi di cuore
che siamo il sangue che scorre e che inventa l’amore
Il passato è passato e non c’è niente da fare
lo puoi perdere o lo puoi cercare
in queste notti così vuote
e nella camera 200 note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.