Amore Zen – Le Vibrazioni, Jake La Furia – Testo e Significato

Disponibile a partire da venerdì 25 maggio 2018, Amore Zen è una canzone de Le Vibrazioni a cui ha collaborato Jake La Furia.

Il brano, testo scritto da Francesco Sarcina, Davide Simonetta, Andrea Bonomo e Luca Chiaravalli, rappresenta la nostra società in modo sarcastico come se fosse un grande zoo. “Siamo tutti animali che vogliono apparire a tutti i costi e che bramano un posto di prestigio che, in verità, non ha alcun valore all’interno di questa realtà caotica” afferma Francesco Sarcina. “Quando abbiamo scritto il pezzo – aggiunge Sarcina – abbiamo provato a inserire quasi per gioco una parte rappata. Era perfetta e abbiamo deciso di affidarla a un nostro grande amico: Jake La Furia”.

Il videoclip di Amore Zen, pubblicato sempre venerdì 25 maggio sul canale ufficiale VEVO de Le Vibrazioni e diretto da Cosimo Alemà, vede Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani e Alessandro Deidda protagonisti di uno scatenato pool party in pieno stile “Vibrazioni”.

Il testo di Amore Zen – in download su Amazon o su iTunes

Sotto un cielo rosa alcolico
La tua pelle nuda nello zoo
Che animale sei
Che animale sei
Che animale sei

Stelle perse nella cenere
I gorilla intorno a venere
Che animale sei
Che animale sei
Che animale sei

Come la canzone di un’estate
Che svanisce quando il sole se ne va
Finiremo assieme questa notte
Che baciarti qui e adesso infondo è già
Amore zen, amore zen

Con l’istinto di un indigeno
La mia lingua cerca ossigeno
Che animale sei, che animale sei
Che animale sei

Niente colpa per chi morderà
Qui siamo tutti in cattività
Tu che animale sei, che animale sei
Che animale sei

Come la canzone di un’estate
Che svanisce quando il sole se ne va
Finiremo assieme questa notte
Che baciarti qui e adesso infondo è già
Amore zen, amore zen

Tu fertile come il big ben
Nuda sul divano con i tacchi di Alexander Wang
Dimmi che animale sei
Sei la venere dei serpenti, il mantra, il nettare degli dei
Fuori dalle gabbie, fuori come la Gabber
Frasi di Aristotele, vino dentro al decanter
Animali quasi umani come rin-tin-tin
Corpi che si sono scelti con l’imprinting
Scioglimi i tabu, tun
Tu zen e io kung fu
Un giardino giapponese tra canne di bambù
La psiche e l’amore, la tigre e il dragone
Coi santi tatuati come un vor v zakone
Pochi vestiti e whisky
Denti d’oro e dischi
È il nostro grasso grosso matrimonio gypsy
Ormai sei qui nelle mio pareti celebrati
È un inferno con le pareti celestiali

Amore zen, amore zen

Come la canzone di un’estate
Che svanisce quando il sole se ne va
Finiremo assieme, questa notte
Che baciarti qui e adesso infondo è già
Amore zen, amore zen
Si, amore zen, amore zen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.