Cherofobia – Martina Attili – Con testo e Significato

Martina Attili ha presentato la sua canzone inedita dal titolo Cherofobia nella prima puntata delle Audizioni di X-Factor 12 conquistando pubblico e giudici.

Martina Attili, sedici anni, di Roma, vanta alcune piccole comparse in fiction come Un medico in famiglia, Che Dio ci aiuti e L’onore e il rispetto. Nel 2017 ha vinto il premio Piero Calabrese e Area Sanremo con il brano Un incubo ogni giorno. Fedez ha commentato così la sua esibizione: “Ho sviluppato una nuova patologia: la paura di non riuscire a vedere nessuno più bravo di te su questo palco”.

Ma che cos’è la Cherofobia: Nonostante non sia inserita nella lista comprendente i disordini mentali, la cherofobia è riconosciuta dagli esperti come una forma di ansia che implica proprio la paura di essere felici. Chi ne soffre è talmente preoccupato all’idea di dover affrontare situazioni negative, che fugge da quelle positive, ritrovandosi a vivere in un generale stato di infelicità.

Sintomi ricorrenti delle persone che hanno paura della felicità sono: ansia quando sono invitati a partecipare a un evento sociale, rifiuto di partecipare ad attività divertenti, pensare che quando si è felici qualcosa di brutto debba per forza accadere. Le persone cherofobiche sono convinte che puntare alla felicità le renda peggiori e comporti uno spreco di tempo e di fatica, e che mostrarsi contenti sia pericoloso.

Martina Attili Cherofobia x-factor

Il testo di Cherofobia

Come te la spiego la paura di essere felici
quando non l’hanno capita nemmeno i miei amici
Mi dicono di stare calma quando serve
mi portano del latte caldo e delle coperte
Ed è proprio quando stanno a parlare che vorrei gridare
Grazie a tutti ora potete andare ma resto qui
a guardare un film

Questa è la mia cherofobia, no non è negatività
Questa è la mia cherofobia, fa paura la felicità
Questa è la mia cherofobia, ma tu resta

Come lo spiego come quando nessuno ti capisce
quando niente ti ferisce
L’indifferenza più totale verso la forma astrale del male
abbiamo stretto un rapporto speciale
E provo a raccontarlo in ogni canzone
ma la gente pensa sempre “parli di altre persone”
Ma come tu così carina con la faccia da bambina
con la voce da piccina

E cerco ogni forma di dolore mischiata dal sangue col sudore
e sento il respiro che manca e sento l’ansia che avanza
fatemi uscire da questa benedetta stanza

Questa è la mia cherofobia, no non è negatività,
questa è la mia cherofobia, fa paura la felicità
Questa è la mia cherofobia
Ma tu resta

2 Risposte

  1. denise ha detto:

    ogni volta che la ascolto piango

  2. di ha detto:

    molto bella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.