La Mia Hit – J-Ax feat Max Pezzali – Con Testo

Disponibile a partire da Venerdì 10 gennaio 2020 La mia Hit è una canzone di J-Ax con la collaborazione di
Max Pezzali. Come ha spiegato J-Ax il “brano che racconta metaforicamente i grandi successi da Hit Parade come i grandi amori della vita

J-Ax Reale album 2020 copertina

La Mia Hit anticipa ReAle, album disponibile dal 24 gennaio, A cinque anni dall’uscita del suo ultimo disco da solista Il bello d’esser Brutti. Il disco, prodotto e distribuito da Sony Music Italy, contiene 18 canzoni. Con ReAle, l’artista senza prendersi come sempre troppo sul serio cerca di sottolineare la necessità di restare con i piedi per terra, di essere veri, di togliere orpelli e maschere.
Il titolo stesso dell’album ha un duplice significato: la realtà come vita reale e ironicamente la sua sovranità e maestosità nella musica.

Il disco è disponibile su Amazon in digitale, CD e vinile e su iTunes in digitale.

Il testo di La Mia Hit – J-Ax feat Max Pezzali

Una volta mi bastavano 2 drink e le chiamavo col repeat
Più che una rubrica avevo una playlist
Le pompavo in discoteca e in macchina dopo i live
Le dimenticavo dopo un mese come Gangnam Style
Ognuna mi illudevo fosse il top, ma nada
Pensavo fosse una gran bella scop, scoperta
La credevo indipendente ma era diventata pop
E i deejay se la passavano tutti nella consolle

T’ho incontrata e mi sono sentito scemo
Io ascoltavo dance tu eri un pezzo di John Lennon
Da allora sono in fissa e me ne frego
Di quelle che appena mi vedono aprono le label, tu

Sei un disco di diamante che non è ancora uscito
Ma è già il mio preferito

Non ti passa la radio e non ti trovo su Youtube
Ma ti guardo così tanto che hai fatto milioni di views
E ho fatto mille canzoni, ho fatto mille feat
Per accorgermi che solamente tu
Sei la mia hit, sei la mia hit

Ti porterò tutta la vita in tour
Fino alla terza età come una fan dei Pooh
E la dove c’era l’erba adesso ci sei tu
A correggere se sbaglio come l’autotune
Tu, tu, tu parlavi americano io ba-balbettavo
Le tue te-te-terminologie però non le afferravo
E delle italiane ne avevo le tasche piene
Mi ammazzavo di se se sessioni di inglese
Ti sarò fedele come i fan dell’Heavy Metal
Le altre portano una maschera come Myss Keta
Tutte uguali come i sosia d’Elvis a Las Vegas
Sei così una hit che non ti veste D&G ma Takagi e Ketra

Sei il più grande spettacolo sopra il mio cuscino
Che è già tutto esaurito

Non ti passa la radio e non ti trovo su Youtube
Ma ti guardo così tanto che hai fatto milioni di views
E ho fatto mille canzoni, ho fatto mille feat
Per accorgermi che solamente tu
Sei la mia hit, sei, sei, sei la mia hit

Non siamo il pezzo del momento siamo un evergreen
Tutta notte che facciamo session come Marra ed Elodie
Non siamo Benji e Fede ma tu dimmi dove e quando
Vino salentino e mambo ad Ostia Lido a fare su e giù sul mio Jambo
Una coppia che funziona come Simon and Garfunkel
Non sei donna di un’estate tu sei la mia Donna Summer
Hai scelto me non questi coi denti da latte
Che durano poco come il singolo di un trapper

Tu piaci anche a mia mamma come il valzer
Non sei parte di un genere sei un genere a parte
Ti ascolto la mattina e pure quando faccio after
Sei il solo tormentone che non m’ha rotto le palle

Con te faccio un concerto a casa tutte le sere
E applaude tutto il quartiere

Non ti passa la radio e non ti trovo su Youtube
Ma ti guardo così tanto che hai fatto milioni di views
E ho fatto mille canzoni, ho fatto mille feat
Per accorgermi che solamente tu
Sei la mia hit, sei, sei, sei la mia hit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.