Honolulu – Chiara Galiazzo – Testo e Significato

Scritta da Chiara stessa e Alessandra Flora e prodotta da Francesco “Katoo” Catitti (anche co-autore del brano), Honolulu è una canzone di Chiara Galiazzo pubblicata venerdì 17 aprile 2020.

Honolulu - Chiara Galiazzo - Testo e Significato

Il brano prosegue il percorso artistico di Chiara e l’avvicinamento ad un nuovo album iniziato nel 2019 con Pioggia viola insieme a J-Ax e continuato con L’ultima canzone del mondo, brano scritto, tra gli altri, da Mahmood.

Il significato

Chiara Galiazzo spiega nei suoi profili social: “Ho scritto Honolulu con Alessandra Flora e Katoo (che ha anche prodotto il pezzo) in un momento in cui non mi piaceva la realtà della mia vita. Era appena mancata mia nonna e trovavo consolazione solo nei vecchi ricordi, quelli in cui ti basta l’immaginazione per essere più felice.
Come quando guardi fuori dalla finestra e puoi pensare di andare lontano, come faceva Mago Merlino quando era stanco del Medioevo nella Spada nella Roccia.
Volevo creare una melodia che cullasse con decisione tutti questi pensieri.
Non avrei mai pensato che poi con il tempo sarebbe capitato un altro periodo in cui la realtà era così distante da quello che avrei immaginato. Stavolta però era un problema di tutti e non solo mio, avevamo tutti bisogno di guardare fuori dalla finestra per sognare e aspettare la fine di questo momento.
Spero con questa canzone di aiutare qualcun altro a viaggiare con la mente ed essere cullato dai suoi pensieri felici.
La capacità di immaginare ci salverà.”

Il testo di Honolulu – Chiara Galiazzo

Stasera provo ad arrampicarmi fino al tetto
Che da lassù sembra diversa la città
O forse è meglio fare un salto in uno specchio
Come facevo io da piccola, anni fa

E se dalla finestra vedo Honolulu
Sarà più facile arrivarci ad occhi chiusi

Non trovo divertente sembrare trasparente
Non vinco niente e scappo sempre
Ho un razzo che ci aspetta
Andiamo ad oriente

Ci sono sogni che addolciscono l’assenza
Che a farci male già ci pensa la realtà
A ricordarmi che a Natale c’era un posto
Con i regali ad ognuno e non mancava nessuno

Così dalla finestra ho visto Honolulu
Ed ho imparato ad arrivarci ad occhi chiusi

Non trovo divertente sembrare trasparente
Non vinco niente e scappo sempre
Ho un razzo che ci aspetta
Andiamo ad oriente

Non capirà la gente, rimani indifferente
Ma tu sorridi, sorridi sempre
Ho un razzo che ci aspetta
Andiamo ad oriente

Ma non sono magica
E non c’è una logica
Ma farei di tutto per raggiungerti
Farei di tutto per raggiungerti
Per raggiungerti, Honolulu, Honolulu

Non trovo divertente sembrare trasparente
Non vinco niente e scappo sempre
Ho un razzo che ci aspetta
Andiamo ad oriente

Non capirà la gente, rimani indifferente
Ma tu sorridi, sorridi sempre
Ho un razzo che ci aspetta
Andiamo ad oriente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.