Taggato: Danti

Canzone sbagliata - Danti, Luca Carboni, Shade

Canzone sbagliata – Danti, Luca Carboni, Shade – Con Testo

Pubblicato il 3 aprile 2020, Canzone sbagliata è un brano di Danti che vede la collaborazione di Luca Carboni e del rapper Shade. Il video, diretto da Flavio Caruso, Danti e Maccio Capatonda, è stato pubblicato sul canale YouTube dell’artista il 3 aprile 2020 e mostra i tre cantanti in videochat da casa loro. Racconta Danti “Cantare insieme a Luca è stato davvero un grande regalo, ed è un piacere tornare a collaborare con Shade. Per quanto riguarda Luca, se vi dico che il brano che ho ascoltato di più nel 2019 è stato ‘Fragole buone buone’? Appena abbiamo registrato...

Tu e D’io - Danti cover

Tu e D’io – Danti feat Nina Zilli e J Ax – Con Testo e Significato

Disponibile a partire dal 25 ottobre 2019, Tu e D’io è una canzone di Danti con la collaborazione di Nina Zilli e J-Ax. Danti, rapper nato con Two Fingerz che negli ultimi anni è ha firmato pezzi per Renga, Annalisa, J-Ax, Chiara Galiazzo e Rovazzi, tra gli altri, ha deciso di dedicarsi sempre di più alla direzione artistica, sviluppando ulteriormente la sua vocazione autorale e mettendo un po’ da parte quella interpretativa. Ideale apripista di questo nuovo percorso, il divertentissimo video-cartone con gli amici Rovazzi e Fiorello, “Se stai zitto fai un figurone”, una gag autoironica di poco meno di...

Marginale Danti feat Colapesce

Marginale – Danti feat. Colapesce – Con Testo

In radio e su Spotify da venerdì 16 novembre (ma in onda al Rosario della sera, il programma di Fiorello su Radiodeejay dall’11), Marginale è una canzone di Danti con la collaborazione di Colapesce. Attraverso giochi di immagini, Danti, in questo brano – prodotto da Michele Canova – racconta l’incontro con una donna speciale, diversa dalle altre, capace di abbagliare la notte con la luce della sua unicità e di far apparire tutto il resto di minore importanza. Il testo di Marginale [Danti] Non parlo bene inglese Scusa, tu di dove sei? Qual è il paese? Tanto c’è Google Translate...