Cerca in M&B Music
Facebook
ADV
Categorie

Articoli marcati con tag ‘Francesco Gabbani’

Occidentali’s Karma – Francesco Gabbani – Con Testo e Significato – Sanremo 2017

Scritta insieme al fratello Filippo Gabbani, Fabio Ilacqua e Luca Chiaravalle, Occidentali’s Karma è la canzone che Francesco Gabbani, vincitore nel 2016 nella categoria Nuove proposte con Amen, ha portato in concorso al 67° Festival di Sanremo. Il brano è inserito nell’album omonimo, disponibile da aprile 2017.

Il significato: “Occidentali” non identifica l’occidente geografico o l’uomo occidentale, ma il modello culturale occidentale e gli effetti sull’uomo contemporaneo. Occidentali’s Karma è uno spaccato sulla contemporaneità. Le nostre azioni, le nostre scelte, tracciano quello che possiamo chiamare destino o Karma. Protagonista è l’uomo, che, pur presentandosi in giacca e cravatta, non sembra essere tanto cambiato dal suo progenitore che viveva nelle caverne e che, spogliato delle sue sovrastrutture, si presenta per quello che è, ovvero una scimmia nuda.

Per serata dedicata alla cover Francesco Gabbani canta Susanna, canzone estratta da I miei americani, album del 1984 di Adriano Celentano.

Il testo di Occidentali’s Karma – in download su iTunes

Essere o dover essere
Il dubbio amletico
Contemporaneo come l’uomo del neolitico
Nella tua gabbia 2×3 mettiti comodo
Intellettuali nei caffè
Internettologi

Leggi il resto di questo articolo »

Poveri ma ricchi – Colonna Sonora Film 2016 – Francesco Gabbani

Poveri ma ricchi è un film di Fausto Brizzi. Con Christian De Sica, Enrico Brignano, Lucia Ocone, Lodovica Comello, Anna Mazzamauro, Ubaldo Pantani, Al Bano, Gabriel Garko, Giobbe Covatta, Gianmarco Tognazzi, Bebo Storti, Camila Raznovic. In uscita nei cinema in Italia giovedì 15 dicembre 2016.

Le musiche originali della colonna sonora sono curate da Francesco Gabbani e sono in vendita a partire dal 9 dicembre. Sempre dal 9 è disponibile, anche in rotazione radio, il singolo Foglie al gelo, sempre di Francesco Gabbani.

Tutte le canzoni di Poveri ma ricchi (Colonna Sonora Originale) – in download su iTunes

1 Foglie al gelo – Francesco Gabbani 3:27
2 La casa tra gli abeti – Francesco Gabbani 2:59
3 Mani mani – Francesco Gabbani 4:29
4 Azione extra – Francesco Gabbani 1:20
5 Ombre in fuga – Francesco Gabbani 1:40
6 Prelevando la gioia – Francesco Gabbani 1:07
7 Confessione vincente – Francesco Gabbani 0:29
8 La scappatoia – Francesco Gabbani 1:14
9 L’attendente – Francesco Gabbani 1:17
10 Carte scoperte – Francesco Gabbani 1:53
11 I fiordi della passione – Francesco Gabbani 3:30
12 Parole sole – Francesco Gabbani 2:32
13 Amen (Instrumental) – Francesco Gabbani 3:16
14 Vernissage gotico – Francesco Gabbani 2:41
15 Vista virtuale – Francesco Gabbani 1:21
16 Foglie al gelo (Instrumental) – Francesco Gabbani 3:28
17 Sospiri sospesi – Francesco Gabbani 2:46
18 Felicità – Al Bano & Lucia Ocone 3:56
19 Marikita – Ricchi & Poveri 2:47
20 Blame It on the Dreamer – Ellen Sundberg 3:08
21 Gonna Make You Feel Alright – Robert J. Walsh 1:32
22 Never Let You Go – Banister, Monroy, Naylor & Geiger 3:06
23 Amen – Francesco Gabbani 3:16
24 Felicità (coro) – Al Bano, Christian de Sica, Enrico Brignano, Lucia Ocone & Coro 3:55

Amen – Francesco Gabbani – Sanremo 2016 – Con Testo

Amen è la canzone con cui Francesco Gabbani, cantautore e polistrumentista nasto a Carrara (Ms) il 9 Settembre del 1982, ha vinto il Festival di Sanremo 2016 nella categoria Nuove proposte.

Francesco spiega così il brano scritto insieme a Fabio Ilacqua: Una canzone alla quale tengo molto. È speciale perché dietro al ritmo ballerino, melodia fresca, semplice, si cela l’idea di stimolare una riflessione sul modo di vivere di oggi, quando davanti ai problemi aspettiamo il miracolo che li risolva. Ma il miracolo siamo noi.

Amen, che ha vinto anche il premio della critica Mia Martini, è contenuta nell’album Eternamente ora, disponibile a partire dal 12 febbraio 2016.

Francesco Gabbani Eternamente Ora album cover

Il testo di Amen – in download su iTunes

Alla porta i barbari, nascondi provviste e spiccioli
sotto la coda, sotto la coda, sotto la coda.
E i trafficanti d’organi, e le razzie dei vandali
sono di moda, sono di moda, sono di moda.

Un visionario mistico all’università
mi disse l’utopia ci salverà.
Astemi in coma etilico per l’infelicità
la messa ormai é finita figli, andate in pace
cala il vento, nessun dissenso, di nuovo tutto tace.

Leggi il resto di questo articolo »